Vita Immobiliare

(Questi sketch sono stati interpretati da Diego Migeni e Maria Antonia Fama all’ultimo Roma Fringe Festival. Riportiamo il testo integrale ed una ripresa della performance.)

A Roma la #vitaimmobiliare non è affatto semplice.

Innanzitutto perché ogni romano che si rispetti vuole vivere nel suo quadrante, nel suo quartiere preferito:

Cliente: Scusate, sto cercando una casa in affitto.

Agente: Bene, che zona le interessa?

C: Direi Tuscolana.

A: Facile dire Tuscolana…Cinecittà, Colli Albani?

C: Ha ragione, meglio specificare: le sembro una tipa da Cinecittà? O magari da Torrespaccata? Io voglio una casa al Quadraro. Poco Centocelle e molto Via degli Angeli. Lo sa che il Quadraro sarà il nuovo Pigneto? Con più hipster e meno spacciatori.

Nella #vitaimmobiliare bisogna sapere leggere tra le righe degli annunci:

“Delizioso appartamentino in palazzina d’epoca, luminoso, con affaccio da piano terra, da ripulire.” Traduzione: è un buco di casa in un edificio decadente, seminterrata e va ristrutturata da capo a piedi.

“Attico panoramico, situato in quartiere in via d’espansione”

Diffidate sempre, quando vi parlano di “via d’espansione”! L’unica via la percorrerete, tutti i giorni, per andare a lavoro. Sarà lunga e trafficata, e non scordatevi mai nulla, perché anche per un litro di latte, dovrete prendere l’automobile.

Lo ribadiamo, nella #vitaimmobiliare, il vocabolario è tutto:

  •  Box o posto auto: comodo, vero? Peccato che te lo diano sempre e soltanto nelle zone in cui il parcheggio non è un problema.
  • Mansardina: appartamento dove sbatti la testa…anche al bagno…mentre fai la pipì…come noi donne!
  • Nuova costruzione: (bisbigliando) edificio dove le pareti sono talmente vuote che riesci a sentire ogni singolo passo del tuo vicino di casa. (“Si sente uguale…”).
  • Loft: è un ex-magazzino da fighetti, quindi umido e buio, con travi e tubi a vista, ma MOLTO radical-chic.
  • Open Space: è una stanza “tutto in uno”, l’unico vano dell’appartamento. Ci mangi, ci dormi, ci guardi la TV…l’ideale per far finire in fretta le convivenze.

Nella #vitaimmobiliare, ad ogni modo, non tutti hanno le idee chiare:

Cliente. Vorrei tanto abitare in una casa col terrazzo.

Agente. Al momento non ne ho nessuna. Le potrebbe interessare un piano terra con giardino?

C: Potrebbe. È un bilocale?

A: No, è un monolocale con divano letto. Le potrebbe interessare?

C: Potrebbe. È esposto a Sud?

A: No, è esposto a Nord-Ovest. Le potrebbe interessare?

C: Potrebbe. Si può visitare questo sabato?

A: No, è disponibile soltanto di lunedì. Le potrebbe interessare?

C: Potrebbe.

La #vitaimmobiliare è fatta di calce e mattoni ma, spesso, anche di carta:

A: Allora, che ha deciso? Ce lo compriamo questo bel villino nel verde? Mi dà cinquemila euro d’anticipo e tra un anno e mezzo l’immobile è pronto!

C: Non so, ho dei dubbi…

A: Che dubbi può avere? Ha visto la brochure? Ha visto che materiali di primissima qualità? Ha visto che design moderno?

C: Sì, sì…non è quello…è la zona…

A: Cos’ha la zona che non va? C’è la campagna, la natura, ci sarà un ENORME Centro Commerciale a due passi da casa sua…

C: Ma qui non è dove devono costruire lo stadio della Roma?

A: Eh…sì.

C: Beh, io sò della Lazio…

Nella #vitaimmobiliare si aggirano questi personaggi mitologici. Li chiamano agenti, li puoi riconoscere perché anche a luglio, di sabato pomeriggio e sotto un sole cocente, loro ti verranno incontro indossando giacca e cravatta oppure un bel tailleur.

Un agente immobiliare non si perde mai d’animo:

A: Stava cercando casa?

C: Sì, magari…E chi ha i soldi per comprarsene una…e poi il mutuo…

A: Magari un bell’affitto, allora…

C: No, guardi…con questa crisi, non è proprio aria…

A: Un sub-affitto? Abbiamo anche stanze singole, eh…ragazzi giovani, prezzi contenuti…

C: No, condividere casa con degli studenti…non è il caso…sempre festini, ore piccole, confusione…

A: Senta, e se le proponessi una nuda proprietà?

C: A me la casa servirebbe subito.

A: Beh, può trovare un accordo…ho una signora anziana di novant’anni che sta vendendo in zona Prati…potrebbe iniziare a vivere con lei…

C: Vivere con la vecchia???

A: Bello mio, lei mi fa troppo lo schizzinoso…lo sa quanto costa un cento metri quadri a Prati? E’ una donna molto sola, i parenti non la vanno mai a trovare… Lei ci va a vivere, ci socializza…e poi chissà…magari ci scappa un’eredità…

Un agente immobiliare non si pesta i piedi con gli altri colleghi:

C: Lo sa che ho già visto l’annuncio di questa casa con un’altra agenzia, e ad un prezzo più basso?

A: Signora, è impossibile. Noi abbiamo l’esclusiva.

C: Guardi, ho trovato le foto sul sito internet. E’ la stessa casa!

A: Sì, in effetti…sembra proprio la stessa. Ma noi trattiamo soltanto immobili in esclusiva, glielo assicuro. E ci rivarremo sul proprietario, se proverà a vendere con altro intermediario.

C: Sarà, ma io non sono il proprietario, la casa m’interessa, e la voglio pagare il meno possibile.

A: E se le dicessi che le posso far abbassare ulteriormente il prezzo, e scontarle la mia provvigione? Che rimanga tra noi, però…

Un agente immobiliare è maestro di dissimulazione:

C: Scusi, ma cos’è quella macchia sul soffitto?

A: Niente di che.

C: E’ sicuro? A me sembra una perdita dal piano di sopra…

A: No, è che la casa è stata chiusa per molti mesi. Con un’imbiancata sarà come nuova…

C: Se lo dice lei…Scusiiii…ma questa che stanza è?

A: Beh, è la camera da letto.

C: Ma non c’è una finestra!

A: Stia tranquilla…c’è già un piano per crearla. Ho le carte del progetto in agenzia.

C: Si può aprire una parete esterna così su due piedi??

A: Certo, noi siamo dei professionisti, e la seguiremo fino a quando non sarà dentro casa.

Un agente immobiliare è un professionista che sa essere ossessivo come uno stalker oppure sfuggente come un amante sul balcone di tua moglie. E il cambiamento avviene sempre in un preciso istante…

A: Pronto? Signor Rossi, buongiorno…lo sa, ho appena versato il suo assegno!

C: Ah…e allora me lo dovrà rimborsare!

A: Ma che dice?

C: La ditta costruttrice…

A: Sì?

C: …è fallita!

A: Ma no…

C: L’ho letto sul giornale…stamani.

A: …non mi dica.

C: Tutti i beni confiscati e posti sotto sequestro. Macchinari e terreni.

A: …lo giuri!

C: Sa questo cosa vuol dire?

A: M’illumini.

C: Vuol dire che il centro residenziale che ho prenotato tramite voi, non verrà MAI costruito!

A: Che disdetta.

C: Mi prende in giro?

A: No, per carità. Cosa posso fare per lei?

C: Come…deve restituirmi i soldi della provvigione!

A: E perché? Io ho svolto il mio lavoro.

C: Lavoro, che lavoro? Io non avrò mai la mia casa!

A: Il mio lavoro d’intermediario. Se il costruttore non è in grado di rispettare i termini dell’accordo, se la deve vedere con lui!

C: Ah! Oltre al danno…

A: …sì, pure la beffa.

C: Le farò causa!

A: Faccia, faccia pure. Aspetterò notizie dal suo avvocato!

Nella #vitaimmobiliare, non importa che tu sia agente o che tu sia un cliente…inizia a preoccuparti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.